I libri di Emma Fenu

0

“Le dee del miele”
Milena Edizioni, 2016

Sinossi:
Una saga familiare, ispirata alla realtà, che attraversa tutto il Novecento, in una Sardegna intrisa di mito e memoria.
Un universo parallelo di spiriti, fate e demoni in cui spetta al mondo muliebre vegliare sulla vita e sulla morte.
Quattro donne protagoniste: Caterina e Lisetta, fanciulle che diverranno consuocere; Marianna, figlia adottiva di Lisetta; Eva, figlia di Marianna.
Creature diverse fra loro, per ceto sociale e vissuto, ma legate dai fili del destino fino a divenire parte l’una dell’altra, tramite un cordone ombelicale di sangue, luna, farina, miele, mistero, esoterismo e agnizioni.
Eva, l’ultima nata, intenta a riannodare il filo rosso di mestruazioni, parti e aborti delle sue antenate fino a scoprire il vero segreto del “dono” di famiglia.

Una storia, dunque, di Donne.
Donne madri, forti come Dee,
capaci di rinascere dopo infinite eclissi.
Donne mamme, lune piene, dolci come miele.
Dee del miele.

Disponibile in versione illustrata, a giorni; in versione tascabile e in ebook presso tutti gli store online e, su ordinazione, presso tutte le librerie fisiche.

Sito internet: http://emmafenu. wixsite.com/ledeedelmiele

“Vite di madri. Storie di ordinaria anormalità”
Milena Edizioni, 2017

Sinossi:
“Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità” è un romanzo che si snoda attraverso tredici storie di donne, le quali sembrano legate fra loro, apparentemente ed inizialmente, solo da un percorso di infertilità.
L’incipit e la conclusione, entrambe affidate ad un io narrante che si rivolge direttamente al lettore, spiegano lo svilupparsi del progetto dell’autrice, anch’essa infertile, la quale si è cimentata nella raccolta di centocinquanta testimonianze vere, nell’elaborazione dell’intero materiale, ricevuto tramite e-mail.
Il libro nasce, dunque, con l’intento di veicolare un messaggio atto a coinvolgere l’intero universo femminile e a dar voce, al contempo, ad una minoranza.
Il corpo del testo è, invece, costituito da brevi interventi biografici, che si rivelano stralci intesi e coinvolgenti, da leggere tutti d’un fiato.
L’obiettivo principale delle protagoniste è essere lette, anzi ascoltate e capite, non in qualità di vittime, ma di vincitrici. Alcuni episodi sono un, cosiddetto, “calcio nello stomaco”, ma, se si impara a ingoiare e digerire, tutto può nutrire.
Sebbene l’infertilità riguardi solo il venti per cento della popolazione femminile, tutte le donne sono congiunte le une alle altre, in quanto sorelle, ossia figlie di Eva, l’eroina che, con il suo primo gesto, l’assaggio e l’offerta del frutto proibito, condensa in sé colpa e merito, trasgressione e progresso.
Senza tale disobbedienza nulla sarebbe cominciato, né la morte né la Storia. E senza di essa non ci sarebbero Madri. E non ci sarebbero, paradossalmente, sterili, come lo diventano tutte, metaforicamente, quando vengono mutilate nell’anima, quando i doveri sono aggiunti e i diritti sottratti.
In verità, tutte le Donne sono Madri.
Al termine del romanzo è inserita una breve appendice, curata dalla D.ssa Sabina Cedri, sulla rappresentazione della maternità presso i media.
Disponibile in cartaceo e in ebook presso tutti gli store online e, dìsu ordinazione, presso tutte le librerie fisiche

Sito internet: http://emmafenu. wixsite.com/vitedimadri

L’autrice

Emma Fenu, nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vive, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Ogni cinque anni, per esigenze lavorative, cambia nazione o continente.
Laureata in Lettere e Filosofia, ha, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti.
Scrive per lavoro e per passione.
Si occupa da anni di Storia delle Donne, di Letteratura e di Iconografia; recensisce libri e intervista scrittori per vari siti web e magazine; presiede un sito, “Cultura al femminile”; tiene corsi di scrittura creativa e insegna lingua Italiana agli stranieri.
Ha  pubblicato il saggio “Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena”; il romanzo – inchiesta “Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità”; la fiaba “Il segreto delle principesse; la saga familiare “Le dee del miele”.
Ha collaborato con racconti e poesie per varie Antologie.

Commenti