Recensione: “Dopo la pioggia” di Charles Martin

0

Per tutto il mese di agosto e fino alla metà di settembre, ewwa.org offre a voi, suoi lettori e sue lettrici, brevi recensioni di romanzi che potrebbero incuriosirvi o che potreste voler leggere durante le vacanze estive.
La normale programmazione del sito, con articoli e interviste, riprenderà nella seconda metà di settembre.
Nel frattempo, buona lettura!

Charles Martin, “Dopo la pioggia”, ed. Corbaccio – recensione di Fernanda Romani

Una storia di sentimenti e di anime ferite, in lotta contro il lato oscuro dell’umanità. Tyler è un ranger in pensione per motivi di servizio, ligio al dovere fino alle estreme conseguenze. In nome dei propri ideali non solo ha rischiato la vita, ma ha distrutto il proprio matrimonio. È rimasto solo, impegnato a crescere un figlio che soffre la mancanza della madre e a combattere tutti  giorni con una difficile situazione economica. Eppure, quando incontra Samantha e sua figlia Hope, il suo istinto gli dice che non può abbandonarle. Una donna e una bambina, in fuga dalla realtà più infame, che non possono fidarsi di nessuno: per loro, accettare l’aiuto di Tyler è un primo passo verso un lungo percorso. Solo un uomo come lui, profondamente onesto, può diventare la persona giusta alla quale affidare la verità. L’incontro di due persone ferite dalla vita, che non possono permettersi di sbagliare ancora. Una storia di piccoli passi, di esplorazione dei rapporti umani e di analisi delle proprie debolezze. Niente è facile, ma il traguardo si può raggiungere.

L’autore ha uno stile realistico e fluido, sa raccontare i sentimenti degli adulti e mettersi nei panni dei bambini. Riesce a trattare temi difficili, come l’abuso sui minori, con grande sensibilità, ma senza sconti. Un’ottima lettura.

Commenti