Recensione: “L’irresistibile” di Mathilda Blake

0

Per tutto il mese di agosto e fino alla metà di settembre, ewwa.org offre a voi, suoi lettori e sue lettrici, brevi recensioni di romanzi che potrebbero incuriosirvi o che potreste voler leggere durante le vacanze estive.
La normale programmazione del sito, con articoli e interviste, riprenderà nella seconda metà di settembre.
Nel frattempo, buona lettura!

Mathilda Blake, “L’irresistibile”, ed. Mondadori – recensione di Roberta Andres

Mathilda Blake è al suo esordio nell’ambito del romance, ma la costruzione del romanzo, lo stile scorrevole e fluido, la caratterizzazione dei personaggi, fanno pensare a una penna esperta, probabilmente allo pseudonimo di qualche Autrice (o Autore) che ha già una consolidata esperienza..

La contessina Belle de Beauregard, cresciuta nello sfarzo dorato del castello del padre, non sa che lo scontento popolare di cui tutti parlano al villaggio è il preludio della Rivoluzione pronta a infiammare la Francia. Anzi, pensa di dimostrare la magnanimità del suo ceto offrendo lavoro a uno del popolo. Non immagina che l’aitante Démon Lacroix, incaricato di gestire le scuderie, finisca per accendere le sue notti di fantasie proibite. E non immagina nemmeno che gli eventi, con la presa della Bastiglia, la costringeranno a un compromesso proprio con quell’uomo: un cittadino della nuova Repubblica, che detesta e al tempo stesso la attrae pericolosamente.

Nel racconto di quanto accade a Belle e a Demon, nella caratterizzazione dei personaggi e delle fasi della loro passione, si individuano tutti gli elementi strutturali del genere romance, perfettamente inseriti, forse a volte prevedibili ma ugualmente avvincenti, così da  rendere il testo, già dall’incipit,   un appuntamento piacevolissimo per il lettore, che si sente immediatamente calato nella storia. Sentimenti che nascono contro la volontà di chi li prova, un amore che vive di vita propria e resiste ai tentativi di entrambi i protagonisti di cancellarlo, sesso esplicito ma mai volgare, una ambientazione storica calata nei primi anni della Rivoluzione francese, dalle cause fino all’uccisione del re e al periodo del Terrore, ben circostanziata, ineccepibile nella sua esattezza e nella sua chiarezza.

Ideale per far passare agli amanti del genere qualche ora di avvincente e appassionante lettura!

Commenti