Risorse web per Indie – 4: Usare Instagram da PC

0

di VeloNero (Raffaella Poggi)

In quest’epoca di smartphone sempre accesi, sono probabilmente, se non l’unica, una dei pochi a preferire il computer per connettermi e navigare, per cui cerco ogni possibile escamotage che mi aiuti a evitare il cellulare.

Devo dire che nel caso di Instagram bypassare il telefono non è stata una passeggiata, ma volevo usare anch’io questo social immediato ed efficace, così ho cercato una soluzione.

Per prima cosa ho scaricato Instagram ma non sono riuscita a postare le mie immagini: riuscivo a leggere le notizie, vedere le foto e i video dei miei contatti e riuscivo anche ad accendere i cuoricini per piacizzare, rispondere e con la app di Windows 10 avevo anche la possibilità di creare le storie, ma non mi bastava: volevo caricare le mie immagini e i miei video da pc.

Leggendo qua e là ho scoperto che esistono due modi per risolvere il problema. Il più semplice è scaricare una versione di Instagram (Ig per gli amici) farlocca in grado di farmi pubblicare contenuti da pc. Il problema è che se Instagram si accorge che non viene usata la app originale, punisce il trasgressore eliminando gli hashtag, vitali per divulgare le immagini.

Opzione bocciata!

È vero che i progettisti desiderano che Ig resti un social dedicato alla telefonia, ma fatta la legge, inventato l’inganno; e qui, proprio di inganno si tratta.

Infatti bisogna “ingannare” Instagram, trasformando il pc in un cellulare.

Come?

Esistono plug-in che installati nei browser “maschereranno” il vostro computer facendolo rilevare da Instagram come se si trattasse di un telefono. La procedura è diversa se si usano Chrome, Firefox e Opera, oppure Edge o Safari.

Cominciamo da Chrome, Firefox e Opera.

Vi basterà cliccare sul vostro browser, seguire il link, installare il plug e, una volta installato, quando decidete di usare Ig dovrete cambiare la spunta e scegliere un sistema Android o IPhone e il gioco è fatto.

Più semplice a farsi che a leggersi, ma cerco di essere più precisa: osservate l’immagine seguente.

 

Seguite la freccia blu: dopo aver installato il plug-in dovrebbe essere comparsa un’iconcina simile.

CLICCATE SULLA NUOVA ICONA (in alto a sinistra), si aprirà un menu a tendina; la freccia gialla indica nel mio caso il browser di partenza, che devo sostituire con un sistema Android o iOS (è indifferente) per “mascherare” il pc, trasformandolo in un cellulare, fino a quando non si deciderà di tornare alle impostazioni iniziali.

Come ho detto, per Opera, Firefox e Chrome il procedimento è simile: si installa l’estensione nel browser, si cambiano le impostazioni e si apre Ig.

Il procedimento con Edge e Safari è un po’ diverso perché possiedono impostazioni già al loro interno, basta scovarle.

Se possedete un Mac, sappiate che Firefox e il suo plug lavorano egregiamente, ma potete usare anche Safari.

Per Edge basterà scovare le giuste impostazioni.

Guardate le immagini.

Per prima cosa, entrate in Instagram.

Secondo passaggio, scovate in alto a destra i tre puntini (…) delle impostazioni del browser Edge.

Si aprirà il menu a tendina. Cliccate su STRUMENTI DI SVILUPPO e cercate la FRECCIA verso il basso, si aprirà un altro menu e trovate EMULAZIONE.

Ora cliccate su un cellulare a caso della lista che comparirà e si aprirà una nuova schermata di Instagram che “emula” uno schermo smartphone.

In basso al centro c’è il comando che vi permetterà di caricare i vostri contenuti.

 

Una volta chiuso Instagram, tutto tornerà come prima e la prossima volta che desiderete postare foto dovrete cercare nuovamente l’emulatore nelle impostazioni.

Safari funziona allo stesso modo. Più o meno…

Per prima cosa dovrete rendere visibile, in impostazioni AVANZATE (l’ingranaggio) il MENU SVILUPPO mettendo la spunta in basso (1).

Quindi, dal menu sviluppo cercare l’USER AGENT e selezionare un tablet o uno smartphone e il gioco è fatto (2).

 

Sembra macchinoso, ma non lo è e con queste procedure potrete caricare e postare tutto ciò che desiderate sul vostro account Instagram comodamente dal vostro laptop.

Come ho già detto, è molto, molto più semplice a farsi che a leggersi… provare per credere.

Commenti